CORONAVIRUS - LEGGI TUTTE LE DISPOSIZIONI NORMATIVE

martedì 24 marzo 2020

In allegato si riportano i testi integrali di tutti i provvedimenti assunti ad oggi.


PRONTI. PARTENZA. LOMBARDIA.

ORDINANZA REGIONALE N.566 DEL 12.06.2020: DISPOSIZIONI VALIDE DAL 15.06.2020 AL 30.06.2020

Il 12 giugno il presidente Attilio Fontana ha firmato l’Ordinanza n. 566, che integra le misure approvate dal DPCM dell’ 11 giugno 2020. Le disposizioni dell’Ordinanza n. 566 di Regione Lombardia sono valide da lunedì 15 giugno fino a martedì 30 giugno 2020, salvo dove diversamente indicato.

Le misure di sicurezza previste dall’Ordinanza regionale n.538 cessano di essere valide dal 22 giugno 2020, così come disposto dalla nuova Ordinanza n. 569 firmata dal presidente Attilio Fontana il 19 giugno 2020.  Restano comunque efficaci le disposizioni nazionali vigenti nel settore dei trasporti e della logistica e in materia di trasporto pubblico.

Ripartono dal 15 giugno le seguenti attività:

  • spettacolo, cinema e teatri, sia al chiuso che all’aperto
  • sagre locali
  • servizi per l’infanzia e l’adolescenza (centri estivi)
  • sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse.

Confermato l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive.

In base a quanto disposto dal Dpcm dell’11 giugno sono consentite le competizioni sportive senza pubblico, ad eccezione delle discipline 'di contatto' .

Restano sospese fino al 14 luglio 2020 le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali simili, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi.

Fino al 30 giugno i viaggi sono consentiti solo da e per i Paesi Ue, Schengen, Regno Unito, Vaticano, San Marino, Principato di Monaco e Andorra.

SANZIONI

Il mancato rispetto delle misure di contenimento disposte dalla presente Ordinanza è sanzionato, secondo quanto previsto dall’art. 4 comma 1 del DPCM 25 marzo 2020, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000, con un incremento fino a un terzo della sanzione se il mancato rispetto avviene attraverso l'utilizzo di un veicolo.


DPCM DEL 11.06.2020: DISPOSIZIONI VALIDE DAL 15.06.2020 AL 14.07.2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione delle dichiarazioni alla stampa a seguito del Consiglio dei Ministri n. 51, ha annunciato di aver firmato il Dpcm che autorizza la ripresa di ulteriori attività.

Di seguito alcune delle misure in vigore dal 15 giugno.

Le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, così come le attività di centri benessere, centri termali, culturali e centri sociali sono consentite ma a condizione che Regioni e Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità di tali attività con l'andamento della curva epidemiologica.

Aprono i centri estivi anche per i bambini in età da 0-3 anni.

Riprendono gli spettacoli aperti al pubblico, le sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto ma con alcune cautele/precauzioni. Restano invece sospese tutte le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche, locali assimilati sia all'aperto che al chiuso.

Restano sospese fino al 14 luglio 2020 le fiere e congressi, mentre i corsi professionali potranno essere svolti in presenza.

In materia di spostamenti da e per l'estero è aumentato a 120 ore (5 giorni) il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena domiciliare per chi fa ingresso nel territorio nazionale per ragioni di lavoro, così come per il personale di imprese o enti aventi sede legale o secondaria in Italia che va all'estero per comprovate ragioni lavorative. 

A partire da domani, 12 giugno, riprendono invece gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza del pubblico nel rispetto dei protocolli di sicurezza emanati dalle rispettive Federazioni sportive al fine di prevenire le occasioni di contagio. A decorrere dal 25 giugno 2020 è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome che, d’intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori.


Per aggiornamenti ed informazioni in tempo reale si invita a consultare i seguenti siti istituzionali

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale

https://www.interno.gov.it/it

http://www.salute.gov.it/portale/home.html


Negli allegati il nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti per motivi di lavoro, necessità e salute predisposto dal dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno in accordo con le Prefetture sulla base delle nuove disposizioni introdotte dal decreto legge del 25 marzo 2020 (aggiornato a maggio 2020)


Il DL n.18 del 17.03.2020 "CuraItalia" ha previsto la proroga di alcuni documenti. Negli allegati è inserito un sommario con le proroghe dei documenti ad  uso più comune

Vademecum dell'Agenzia delle Entrate per illustrare le misure fiscali introdotte dal decreto legge 'Cura Italia' approvato dal Consiglio dei Ministri in data 17 marzo 2020, che introduce disposizioni urgenti per fronteggiare le conseguenze dell’emergenza Covid-19.

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233505/SchedeDecretoLegge_OK.pdf/364051ba-dd68-2076-0be5-1a07a6cfe58c


Decreto #IoRestoaCasa

http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278


Si segnala il seguente link  per avere chiarimenti in merito ai servizi/interventi in favore dei cittadini con disabilità

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4194


Si informa la cittadinanza che tutte le informazioni riguardanti il Coronavirus devono essere richieste al seguente NUMERO VERDE 800894545. Mentre per le emergenze sanitarie il numero di riferimento è il 112 di Regione Lombardia. Si evidenzia altresi' che il numero della Sala Operativa Regionale di Protezione Civile va utilizzato solo per le segnalazioni inerenti emergenze di Protezione Civile (frane, sismi, allerta di Protezione Civile, ecc...) o potenziali emergenze ambientali.

ALLEGATI